Posted by on 18 Ott, 2017 in Notizie | 0 commenti

Condividi!

Locandina di The Broken Key, film di Louis Nero

Il 16 Novembre uscirà nelle sale italiane un film di stampo fantastico decisamente particolare, che sulla carta sembra presentare più di un motivo di interesse. Si tratta di The Broken Key, coproduzione italo-anglo-americana diretta dall’italiano Louis Nero.

Tra thriller e fantascienza, il film strizza l’occhio alla cultura cyberpunk e narra un’avventura che parte dall’antichità per snodarsi fino a un futuro indefinito. The Broken Key sarà distribuito in oltre 60 paesi nel mondo. In fondo all’articolo potrete godervi anche il trailer ufficiale.

La trama di The Broken Key è presto detta:

“In un futuro non lontano, la libertà dell’essere umano è in pericolo. Il mondo è controllato dalla “Grande Z”: la Zimurgh Corporation. La “Legge Schuster” sull’eco-sostenibilità dei supporti regna sovrana. La carta è un bene raro. Stampare è reato. Sullo sfondo di questa realistica visione del domani, il ricercatore inglese Arthur J. Adams viene spinto all’avventura dal padre putativo, il professor Moonlight. La ricerca del frammento mancante di un antico papiro egizio, protetto dalla misteriosa confraternita dei seguaci di Horus, viene ostacolata da indecifrabili omicidi legati ai sette peccati capitali. Arthur dovrà addentrarsi nei meandri di un’impenetrabile e misteriosa metropoli del futuro, specchio della sua anima, per ritrovare il pezzo mancante e salvare l’umanità intera.”

Una scena da The Broken Key, thriller fantascientifico di Louis Nero

 

The Broken Key: glorie di Hollywood e giovani italiani

Andrea Cocco in The Broken Key

L’attore italo-giapponese Andrea Cocco interpreta il protagonista Arthur.

Il primo punto di interesse di questa produzione è il cast, composto in gran parte da un nutrito numero di attori hollywoodiani veterani, affiancati ai due giovani protagonisti italiani Andrea Cocco e Diana Dell’erba.

Parliamo di nomi quali Christopher Lambert, Rutger Hauer, Geraldine Chaplin, William Baldwin, Michael Madsen, Franco Nero, Kabir Bedi e Maria De Medeiros, giusto per citare i più noti.

Tutti attori che durante gli scorsi decenni hanno interpretato veri e propri film di culto, da Highlander (Lambert) a Blade Runner (Hauer), passando per Luci della ribalta (film di debutto di Geraldine Chaplin al fianco del padre, Charlie Chaplin), Kill Bill (Madsen), Django (Nero), Sandokan e 007 – Octopussy (Bedi) e moltissimi altri titoli.

Rutger Hauer in The Broken Key

 

Torino misteriosa, anche nel futuro

Il secondo punto di interesse risiede a nostro parere nell’ambientazione: una futuristica città di Torino, fra le ombre della quale si muovono forze oscure e sette segrete sopravvissute ai secoli, alla ricerca di un modo per arrivare alla “Chiave Spezzata” che dà il titolo alla pellicola. Una città di Torino splendidamente fotografata e arricchita da effetti speciali, a giudicare dal trailer del film.

The Broken Key Torino del futuro

Una versione futuribile di Torino è l’ambientazione principale del film.

Una immagine in CG tratta da The Broken Key

Una immagine in computer grafica dal film.

Ma Torino non è l’unico set di questa produzione internazionale, che è stata girata anche a Il Cairo, York, Isola d’Elba e presso la Sacra di San Michele in Val di Susa, a 40 km da Torino, per ricreare particolari eventi storici.

The Broken Key Trailer Sacra di San Michele

La Sacra di San Michele, antichissima abbazia che ha ispirato a Umberto Eco Il nome della Rosa.

 

Hyeronimus Bosch, Nikola Tesla, Templari & regine egizie

A quanto dichiara la casa di produzione L’AltroFilm, il concept prende la mosse da una serie di documenti, dipinti e reperti realmente esistenti. Ed è così che The Broken Key prova a miscelare elementi della vita del pittore rinascimentale olandese Hyeronimus Bosch, gli antichi egizi dei Seguaci di Horus, la regina egiziana Ankhsen-pa-aton, le origini della città di Torino, le scoperte energetiche di Nikola Tesla e la setta eretica della Confraternita del Libero Spirito.

Attraversando questi ed altri misteri, il giovane ricercatore Arthur (Andrea Cocco), protagonista del film, scopre che ognuno di noi custodisce una chiave spezzata e che è chiamato, nella propria vita, a ricomporla. Arthur lo farà risolvendo gli omicidi rituali in cui si imbatte, e mettendo insieme i pezzi di una mappa disegnata secoli prima da Hyeronimus Bosch, per ritrovare la chiave perduta: il nuovo Graal.

The Broken Key William Baldwin

William Baldwin in una scena.

 

La scomparsa dei volumi stampati, un futuro dietro l’angolo?

Un elemento secondario dell’ambientazione ci ha particolarmente colpito nella sinossi del film: La “Legge Schuster” sull’eco-sostenibilità dei supporti regna sovrana. La carta è un bene raro. Stampare è reato.

The Broken Key trailer Tablet

Un antico manoscritto viene consultato tramite tablet. La carta è diventata un bene prezioso.

È un’evoluzione dell’attuale stato delle cose al quale ci è capitato di pensare diverse volte. Gli ebook sono ormai una realtà consolidata, e non c’è dubbio che le questioni ecologiche abbiano sempre più peso nella valutazione delle nostre abitudini quotidiane. L’impatto dei disboscamenti per la produzione della carta sull’ambiente è a tutti gli effetti un problema, e in futuro i volumi cartacei potrebbero effettivamente diventare una rarità, soppiantati nell’uso quotidiano dai libri elettronici.

Un tocco nella premessa del film che ci pare azzeccato. Un piccolo elemento secondario che aumenta la nostra curiosità nei confronti di questa co-produzione internazionale realizzata dal regista italiano Louis Nero, che prova a miscelare il thriller fantastorico à la Dan Brown del Codice Da Vinci con un contesto futuristico.

The Broken Key trailer Rutger Hauer

Rutger Hauer in laboratorio, dal trailer.

The Broken Key Diana Dell'erba

La protagonista femminile Diana Dell’erba.

 

Al cinema con The Broken Key, dal 16 novembre

Il film The Broken Key sarà dal 16 Novembre nelle sale italiane, e noi andremo a guardarlo con grande curiosità. Anche perché ci sembra doveroso supportare una pellicola di stampa fantastico nata e cresciuta in Italia e giunta fino alla piena distribuzione in sala nonostante non sia realizzata da una major. Sono prodotti rari, e tutti noi appassionati di fantastico sappiamo quanto ci sia bisogno di prodotti simili nel nostro cinema.

Vi lasciamo con il trailer ufficiale. Buona visione!

 

Ti suggeriamo inoltre:

Condividi!

COMMENTA CON FACEBOOK

commenta